Bleu d’Auvergne DOP

Il controllo

Il controllo

La Denominazione di Origine Protetta (DOP) è un marchio che apporta un certo numero di garanzie ai produttori ma anche ai consumatori:

  • Il rispetto di un savoir-faire ancestrale
  • La fissazione di regole comuni di produzione
  • Una produzione realizzata in un’area precisa
  • Un controllo che garantisce il rispetto delle condizioni di produzione.

È essenziale consolidare queste garanzie per rinforzare sempre l’immagine di un prodotto DOP e impegnarsi così in una differenziazione del prezzo presso i consumatori. A questo scopo è importante avere un sistema di controllo efficace ma non dogmatico.

Pertanto si garantisce il controllo mediante 4 prassi:

  • L’autocontrollo, ossia il controllo di ciascuno per rispettare le condizioni di produzione
  • Il controllo interno garantito dal Consorzio SIRBA*.
  • Il controllo esterno realizzato da un organismo di certificazione indipendente: CERTIPAQ. L’organismo di controllo si accerta che tutto sia compiuto nel rispetto del capitolato d’oneri (controlli dei produttori, ma anche del SIRBA*).
  • Il controllo qualità dei formaggi: almeno 6 volte all’anno per ogni trasformatore.

Il piano di controllo fissa le modalità di controllo e le sanzioni in funzione dell’importanza del criterio e l’entità  dell’inadempimento. Le sanzioni per gli inadempimenti vanno da un richiamo alla revoca dell’abilitazione. Qualunque sia l’infrazione o il livello della mancanza, il capitolato d’oneri va rispettato. Pertanto la gravità della sanzione aumenta in caso di recidiva.

* SIRBA : Syndacat Interprofessionnel  Régional du  Bleu d’Auvergne

Per effettuare una ricerca, digitate la vostra password e convalidate. Cercare...

at in ut sit efficitur. elementum